Fragility CARES

Wireless Sensor Networks S.r.l. (WSN4Life) è una società di ingegneria clinica, nata nel 2004 come punto di partenza e svolta professionale di un gruppo affiatato di persone. Produce dispositivi medici hardware e software, con una formula a progetto, su commessa di clienti con cui cerca soluzioni a problemi nella erogazione di servizi sanitari a valore aggiunto per pazienti con patologie croniche, soprattutto seguiti al proprio domicilio, in una formula innovativa di continuità assistenziale ospedale-territorio. 

Nel tempo, alcuni progetti sono diventati prodotti, mentre altri si sono trasformati in ulteriori progetti, in un effetto a palla di neve sulla catena del valore complessivo dell'azienda, che ha continuato a crescere. WSN4Life agisce con incontenibile spinta, dando tutta sé stessa e lavora con partecipazione totale con l'obiettivo di essere per il proprio interlocutore (diretto, il cliente; indiretto, il paziente) una scelta "per la vita" (“a choice 4 life”). Ha ottenuto diversi riconoscimenti anche istituzionali, della propria propulsione innovativa l'ultimo in ordine di tempo, nell'ambito Europeo del Horizon 2020, il programma quadro dell'UE per la ricerca e l'innovazione (EU Proposal: 79086), ma si considera artigianale nel proprio nocciolo. Poiché WSN4Life opera nel settore medico-sanitario anche con l’obiettivo di promuovere la crescita sostenibile, lo sviluppo tecnologico e l’occupazione, nel rispetto della normativa di settore tesa a sostenere la nascita e la crescita dimensionale di imprese innovative ad alto valore tecnologico di nuova o recente costituzione (c.d. “start-up innovative”): nel 2018 ha costituito Mariposa (www.stimolazionecognitiva.it), una start-up innovativa che si concentra sulla riabilitazione cognitiva, anche a domicilio, di pazienti con Alzheimer e Parkinson e di cui detiene il 51% del capitale; nel 2019 ha costituito 2b S.r.l. (www.2bbebe.it), una start-up innovativa dedicata alle patologie neonatali e di cui detiene il 33%; nel Giugno del 2020 ha fondato la start-up innovativa ODA (www.ossigenodallambiente.it), dedicata allo sviluppo di una nuova generazione di concentratori di ossigeno, per pazienti con BPCO trattati a domicilio e per flussi di ossigeno sotto i 6 LPM.